#Foodporn

Il romanticismo, le lunghe attese prima di poter assaporare finalmente il piacere, e l’intimità nella quale esso viene consumato sono “old”. Non conta quanto amore o quanta buona volontà abbia messo nella pratica, conta solo che il risultato sia bello, desiderabile, accenda fantasie irraggiungibili, e che sia condiviso. Il godimento istantaneo, racchiuso in uno scatto, in un’immagine che oscura tutta la fase dell’ideazione, del corteggiamento, e della preparazione, è di gran moda. Non sto parlando di sesso, anche se il desiderio e la pulsione scatenata sono molto simili, ma di una nuova forma di porno racchiuso sotto il tag #foodporn.

Secondo uno studio effettuato da Ypulse, il 63% delle persone in età compresa tra i 13 e i 32 anni, posta sul proprio profilo social la foto di ciò che sta mangiando, mentre il 57% di loro, informazioni riguardo il piatto che ha davanti. I “foodstagrammer” incarnano perfettamente questa filosofia, si tratta di utenti di Instagram, che postano foto dei piatti prima di assaporarli, sul proprio profilo. La condivisione e la glorificazione di un’istantanea sul cibo però, non è appannaggio esclusivo di Instagram, ma di tutti i social network, oltre che di blog, di riviste cartacee e dei media più datati come la TV. Secondo la Coldiretti italiana, una delle associazioni sulla difesa e l’autenticità dei prodotti alimentari, in uno dei più grandi paesi di buongustai, si tratta di un vero e proprio disturbo di natura ossessiva compulsiva.

Si può dare spazio a molte interpretazioni del fenomeno, le più valide secondo chi scrive, si muovono parallelamente alla metafora della sfera sessuale. Il cibo e il sesso, sono i due fattori principali che permettono la sopravvivenza della nostra specie. Gola e lussuria nell’immaginario collettivo, e nelle Sacre Scritture, sono due dei sette peccati capitali e il loro giro d’affari oltre che ad essere molto grande, ha molte similitudini. Come per il sesso, il marketing legato all’industria del cibo, fa leva sulle grandi star della TV e sul loro “Food Appeal”. Gordon Ramsay la nuova Kim Kardashian? Forse. Vorrei cucinare come lui, vorrei fare un piatto bello e buono come il suo, vorrei potermi permettere di andare al suo ristorante. Quando non ci riesco, posso andare in un ristorante in base alle mie disponibilità economiche, pagare quello che posso, per procurarmi quello che da solo non riesco a fare, per poi immortalarlo con il mio smartphone, cosicché gli altri possano vedere quanto io sia più fortunato di loro, quanto sia arrivato in alto sulla scala sociale, e sentirmi appagato. L’atto è stato consumato. Ovviamente non può mancare la sigaretta di fine rapporto, che in questo caso è incarnata dai filtri da applicare alla foto.

Il piatto postato con il classico #foodporn può essere lo specchio di discriminazioni sociali, proprio come accaduto in passato per la pornografia di tipo sessuale, in cui venivano proiettati i classici stereotipi per dare piacere ai desideri del tipico maschio bianco occidentale. I trend nel cibo in questo caso premiano, oltre che la bellezza, l’esoticità: più una pietanza è costosa, bella, e difficile da reperire, più alto sarà lo status sociale rispecchiato. La galassia dei siti sul foodporn inoltre, è divisa in categorie, in base a pulsioni “golose”, molto simili a quelle del corrispettivo sessuale: Asian per il sushi, Amateur per i piatti dei cuochi amatoriali, Hardcore principalmente per le gite fuori porta, Celebrities per i piatti delle persone famose, e cosi via.

Come per la pornografia di stampo sessuale, si finirà con il vedere i piatti come un esclusivo oggetto di piacere per un ego mai del tutto appagato? Forse siamo “semplicemente” di fronte al disturbo alimentare del nuovo millennio.

A.A.

INC Amsterdam University of Applied Sciences 19/04/2017

(Versione inglese)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...